Home » Parliamo tanto di me » Appuntamenti » Come si legge un testo antico d’alchimia e d’astrologia medica

Come si legge un testo antico d’alchimia e d’astrologia medica

l_3_smAispes, è noto, a un cantus firmus univoco e frontale ha sempre preferito la polifonia delle opinioni ovunque provengano, pronta com’è alle dissonanze ma attenta nel contempo alle possibili stonature, nell’intento instancabile di valorizzare le prime e stigmatizzare, con marziale sollecitudine, le seconde. In sede filosofica e storica, la necessità dialettica costituisce, per la sua stessa natura di confronto, il ruolo fondante della conoscenza: rinunciarvi, quindi, significa rinunciare a sapere (cioè a conoscere, ma anche a non essere insipido o poco appetibile all’intelletto). Con questo spirito fecondamente plurale si svolgono annualmente i convegni presso l’Università di Genova, di frequente dedicati all’esoterismo (quello vero, non ci si stanca mai di precisarlo, che si colloca mille anni luce dalle pratiche sataniste o dai ciarlatani dall’oroscopo facile) o più in generale alla storia della cultura, nelle sue riflessioni e analisi delle ‘scienze sconfitte’.

Nella primavera del 2016, il consueto convegno ha riunito docenti e studiosi per dibattere su due discipline tradizionali che nel tempo hanno sùbito peculiari metamorfosi ma che hanno condiviso un destino significativamente comune. Da una parte, l’astrologia: l’unica disciplina pre-moderna a studiare i movimenti e i fenomeni degli astri che al tempo della nuova scienza proseguirà il suo cammino separandosi dalla cosiddetta astronomia (ormai votata alla rivoluzione filosofica e alle rivoluzioni planetarie), imboccando la strada, impervia, della simbolica e della giudiziaria. Nell’àmbito di questi aspetti, i partecipanti si sono soffermati su quell’applicazione della disciplina che più di ogni altra lega i due cosmi dell’uomo e dello spazio siderale, qui mai contrapposti bensì fittamente dialoganti: l’astrologia medica, rintracciata nel dettato tradizionale tolemaico (Lucia Bellizia), come nella sorprendente letteratura medievale degli erbari (Maura Sonia Barillari) o nel milieu teorico-pratico della medicina a sfondo astrologico al tempo di Cecco d’Ascoli (Ida Li Vigni), un tempo in cui gli astrologi possedevano un’esperienza osservativa e un fondamento teorico di grande spessore, del tutto assente, purtroppo, nella gran parte della schiera dei contemporanei “astrologi”, amici più dei rotocalchi mainstream che della trattatistica tradizionale.

Il secondo percorso proposto, invece, ha voluto stimolare la riflessione sul tema dell’alchimia, disciplina che si ritrovò anch’essa davanti alla scissione meccanicista, proseguendo di buon grado verso orizzonti nettamente speculativi e simbolici e consegnando alla chimica il compito di proseguire da sola nel terreno squisitamente quantitativo e sperimentale. Fatta luce sugli aspetti più importanti, grazie a una sintesi divulgativa (il còmpito più arduo che si possa concepire su questi argomenti e dove i termini ‘sintesi’ e ‘divulgazione’ sono spesi nella loro accezione più nobile) in grado di consegnare al lettore gli strumenti utili a proseguire la propria personale ricerca (Massimo Marra), si è poi approfondito il complesso rapporto tra alchimia e tecniche metallurgiche nel mondo più antico, penetrando infine fino al nucleo più profondo e più vero del significato della Grande Arte, svelandone le origini e le pratiche più risalenti (Paolo Aldo Rossi). Il resoconto delle riflessioni più recenti sul tema è poi proseguito con l’opera di Johannes De Monte-Snyder (Davide Arecco), tra gli interpreti più esoterici dell’alchimia moderna.

Si è giunti così al mio intervento, dedicato al manoscritto alchemico Praxis di Isaac Newton. E di cui darò conto nel prossimo post.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...